Ti trovi qui: Home » Il Progetto

Il Progetto

Storia e Caratteristiche del Progetto

Il “Congresso Studentesco MoReMED”, giunto quest'anno alla sua IV Edizione, avrà luogo nelle giornate di martedì 9 e mercoledì 10 aprile 2019 presso il Centro Servizi del Policlinico di Modena.
La I Edizione, svoltasi ad aprile 2016, ha visto la partecipazione di oltre 500 spettatori e circa 150 sincronizzazioni alla diretta streaming su tv.unimore.it.
Partendo da questi ottimi risultati e facendo tesoro di quanto imparato durante l’organizzazione dell’evento, il Comitato Organizzatore si è allargato e nelle successive edizioni sono state raggiunte cifre ancora più importanti: oltre 1000 presenze e 1800 sincronizzazioni alla diretta streaming.
Il progetto gode dell'appoggio e del contributo dell'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, in particolar modo della Facoltà di Medicina e Chirurgia, con i suoi Dipartimenti di Area Medica e i Corsi di Laurea afferenti. E’ inoltre al vaglio per la nuova edizione, il rinnovo dei patrocini dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Modena, della Città di Modena, della Città di Reggio Emilia, dell’Ordine dei Medici, della Regione Emilia-Romagna e quelli del Ministero della Salute e del Ministero dell’Università e della Ricerca.

Unicità del Progetto

Il progetto si ispira ai cosiddetti “Congressi degli Studenti” delle più importanti Università degli Studi Iberiche e si propone di figurare in Italia come la prima esperienza di tale portata: un evento completamente organizzato dagli studenti e rivolto agli studenti stessi. Ancora oggi il “Congresso Studentesco MoReMED” costituisce un evento unico nel panorama delle Università italiane, rappresentando per lo studente di area medica e sanitaria un'opportunità davvero straordinaria di poter acquisire esperienze fondamentali per la propria carriera futura - opportunità che nessun altro Ateneo in Italia è al momento in grado di offrire.

Finalità del Progetto

Il “Congresso Studentesco MoReMED” nasce dall'esigenza percepita dagli studenti di Medicina e Chirurgia di dare vita ad un nuovo approccio formativo – integrativo e non sostituibile a quello tradizionale – atto a fornire, con modalità innovative, competenze al momento trascurate dal manifesto degli studi. Il fine è quantomeno duplice: scientifico e pedagogico. Da un lato la promozione della ricerca scientifica e degli strumenti necessari al suo compimento, nonché l'insegnamento di una corretta divulgazione grafica e oratoria della scienza. Dall'altro l'opportunità offerta a tutti gli studenti di divenire divulgatori tra pari – e non più soltanto fruitori della ricerca scientifica – con un sistema tutelato e impostato sulla “peer education”, in grado di garantire qualità e serietà al progetto. Il fine del progetto è ulteriormente amplificato dalla richiesta mandatoria di tematiche extra-curricolari (non trattate in ambito di didattica frontale) su cui sviluppare le presentazioni. L’esperienza congressuale consente così agli studenti la possibilità di ampliare l'offerta formativa prevista dal Corso di Laurea incentivando la formazione e l'interesse su specifici campi medici, stimolando riflessioni critiche su tematiche altresì neglette e incoraggiando lo sviluppo di competenze nella ricerca autonoma delle fonti scientifiche, nel lavoro di gruppo, nella presentazione e nell’efficace comunicazione di informazioni scientificamente comprovate.

Obiettivi futuri

Il progetto si propone di rappresentare una tappa stabile e fondamentale all'interno dell'Anno Accademico e coltiva l’ambizione di divenire un evento di sempre maggior rilievo nel panorama universitario italiano.
Proprio per questo, a partire dalla IV Edizione, il “Congresso Studentesco MoReMED” diventa nazionale, perseguendo l’obiettivo originario di delinearsi come modello di ispirazione per l'avvio di esperienze emulabili in tutti gli Atenei italiani. Il progetto si presenta organico, strutturato, affidabile e ripetibile, perfettamente consono agli obiettivi predisposti.
In definitiva la proposta è quella di potere rappresentare con strumenti semplici, mezzi economici e facile riproducibilità una piccola rivoluzione nel campo della didattica in area medica e sanitaria, di cui potranno beneficiare gli studenti del presente, i medici del futuro e i pazienti sia di oggi che di domani.